lunedì 6 dicembre 2010

UOMINI 3.0

Ultimamente gli elenchi hanno preso piede. Non intendo solo cavalcare l'onda, ma dare un vero e proprio contributo scientifico al genere umano. Eccovi il mio elenco, quindi.

UOMO AUTOBUS
Passa, ci sali sopra e pensi: beh, ora che so che passa di qui a quest'ora tutti i giorni sono a posto.
Errore fatale.
Dopo averlo preso per mesi, l'autobus, il tuo autobus, non passa più. Da un giorno all'altro, senza alcun preavviso. Avranno soppresso la linea?, ti domandi attonita.
No, di solito l'autobus ha semplicemente cambiato percorso.
Purtroppo non è stato soppresso, anzi, è in giro a caricare qualcun altro, altrove.
E' lì che capisci che devi comprare la macchina ed organizzarti diversamente.
Non prima di avergli bucato le gomme, però. Tutte.

UOMO RONDINE
L'uccello migratore in questione (trattasi di figura retorico-anatomica) in parte ricorda l'uomo autobus, con qualche importante variante sul tema. Anzitutto, è un uomo stagionale.
No, non è quello che paghi in nero per mettere a posto il giardino due volte l'anno, né il cameriere del villaggio turistico dove sei stata l'anno scorso.
E' un uomo ad intermittenza, come le lampadine dell'albero di Natale: per un paio di mesi sei il centro della sua vita e poi... puff! Sparisce dalla circolazione e dall'etere, manco l'avessero rapito le FARC. Ti struggi d'ansia per poi vederlo ricomparire alla chetichella qualche tempo dopo, come se nulla fosse. Altri due, tre mesi felici e poi ti tocca richiamare la Sciarelli. Non ci sono altre donne, ti fa sapere lo staff di Chi l'ha visto?, è chiuso in se stesso a riflettere. Su cosa? Forse su quanto è stronzo, mentre tu metti la tua vita in stand by in attesa del segnale decisivo.
Se riesci a non rimanere incastrata nel suo incomprensibile andirivieni, accendi un bel cero al tuo santo protettore: è un miracolo.

UOMO ORSO BIANCO
I grandi osservatori del National Geographic che hanno scoperto la specie gli hanno dato anche un secondo nome: Uomo Divano.
Affetto da una grave forma di letargia e da un'altrettanto accentuata sociopatia, preferisce la beata solitudo della propria dimora a qualunque altra attività. Soprattutto se questa riguarda te. Soprattutto se riguarda te fuori dal letto. Quando sbotti dopo l'ennesimo bidone, fa la vittima: Sono stanco, tu non mi capisci.
L'unico verdetto è vendicarsi, obbligandolo a correre. Al bagno. Dopo avergli riempito la Peroni di Guttalax.

UOMO DONNA
E' sempre in ritardo. Ha spesso mal di testa. Mette troppo profumo. Passa ore al telefono. E' lunatico. Guarda Un posto al sole invece di Controcampo. Non sa guidare. La sua voce ha sempre tre ottave di troppo. Si depila dappertutto. Ci impiega più di 30 minuti a fare la doccia e vestirsi. Usa un peluche fuxia come portachiavi. Ha una gatta di nome Bella, come la protagonista di Twilight.
Può bastare o devo continuare?

UOMO A DIETA
E' l'uomo che non sa scegliere, come una modella perennemente a dieta davanti ad un buffet gigantesco. Incapace di decidere, finisce sempre nell'ovvietà di un piattino d'insalata. Non capisce, però, che le rassicuranti foglioline gli dipingono sul viso un sorriso affamato che è quanto di più lontano esiste dalla sazietà. E dalla felicità.

UOMO KOALA
Versione maschile della donna gné gné, è il coccolone della mamma, il tenerone privo di sex appeal, tutto molli pucci e cippa lippa.
Abbraccioso e morbidoso, a tratti disgustoso.
Sposatevelo pure, ma ricordate: la noia è una bestia bruttissima...

UOMO PAVONE
Figlio di genitori che lo hanno idolatrato nemmeno fosse il re dell'universo, l'Uomo Pavone finisce inesorabilmente per credere alla sua mamma ignorando il resto del mondo.
L'aspetto piacente lo aiuta ad irretire povere donne che, nella peggiore delle ipotesi, finiranno a fargli da mamme, da mogli, da badanti. Tutto gira intorno a loro, a te girano solo le palle.

UOMO FERRARI
E' colui che passa così in fretta che ti domandi: Ma esiste davvero?
Ti rivolgi a Roberto Giacobbo per controllare che non sia stato un Chupacabras o un Mothman. Dopo numerose ricerche ed un'intervista a Zahi Hawass, Giacobbo conferma; esisteva anche ai tempi degli antichi egizi. Lo chiamavano puttaniere.

UOMO BRADIPO
E' quello in ritardo. Tardo a capire, tarda ad andarsene. E' come un Pokémon, e le sue trasformazioni possono essere deleterie.

UOMO PACCIANI
E' uno tra i peggiori. A volte è l'evoluzione dell'uomo bradipo. E' quello che ti fruga nell'immondizia, che si nasconde nel buio, ti segue tutti i giorni. Il suo habitat naturale è il penitenziario, il suo numero il 113. Liberarsene è come vomitare dopo una sbronza, stai subito meglio.




1 commento:

  1. Accidenti, non so in che categoria mettermi...
    ^^
    Bel post.

    RispondiElimina

Se decidi di lasciare un commento sii rispettoso dell'opinione altrui ed educato nel linguaggio :)